mercoledì 28 ottobre 2020
09.07.2012 - Marco Risi

Fallita rapina a Ventimiglia arrestato messicano aveva trafugato 200.000 euro di preziosi

Ventimiglia Arrestato dalla Polizia un messicano Manuel Rios Sanchez 40 anni accusato di rapina inpropria presso una gioielleria del centro cittadino. Assieme ad alcuni complici ha provato a trafugare circa 200.000 euro di preziosi.

Sabato pomeriggio scorso gli agenti del Commissariato di P.S. di Ventimiglia hanno arrestato, nel centro cittadino, in flagranza di reato per rapina impropria RIOS SANCHEZ JUAN MANUEL nato in Messico il 13.03.1972, residente a Genova e denunciato il medesimo per atti osceni.

Pochi istanti prima era giunta una chiamata sul “113” da un’oreficeria di Ventimiglia, ove erano entrati alla spicciolata una dozzina tra uomini e donne mai visti prima, la maggior parte dei quali di evidente origine sudamericana, parlando ad alta voce tra di loro per creare confusione, tanto da fare allontanare – infastiditi - alcuni clienti francesi che stavano curiosando tra i banconi. Poi, per distrarre l’attenzione di uno dei dipendenti dell’esercizio, una di queste persone lo attirava fuori per chiedere spiegazioni su un gioiello esposto in vetrina, mentre alcuni dei complici lo circondavano e lo tempestavano di domande sulla merce in vendita per un eventuale futuro acquisto.

Nel frattempo il RIOS Sanchez si intrufolava dietro il bancone, eludendo anche l’attenzione del titolare all’interno del negozio, per impadronirsi dei preziosi. A quel punto la commessa si insospettiva e mentre rientrava in negozio da dove, in quel preciso momento, risuonava l’urlo “fermalo” e il RIOS Sanchez stava uscendo precipitosamente tanto da lasciare a terra un sacco con la refurtiva per un valore di oltre 200.000 euro.

Ma una simile cifra, anche se in salvo, non sente ragioni e il gioielliere non ha desistito e si è lanciato all’inseguimento del RIOS Sanchez, il quale dopo essersi divincolato, veniva definitivamente bloccato dalla Polizia.

Durante la fuga il RIOS tentava persino “l’ultima carta” e si spogliava mostrando i genitali, ma giusto in tempo per ricevere le manette ai polsi ed essere condotto in Commissariato in stato di arresto. Sono in corso ulteriori indagini per rintracciare i complici del messicano.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo